orgojo

Orgojo, gran ber caz-volo di lavoro
orgojo, uno dei sentimenti e stati d’animo più brutti.
Eccòme quanno sbatti er mignoletto su un angolo de casa
e t’incazzi collo spigolo,
come se lo spigolo fosse sortito fòri in quell’istante.
Orgojo, sai, quanta ggente nun se parla più?
quante amicizie e famije finite?
quanti amori spezzati,
béllavoro.
Tutto pecché, “ah, stavorta, IO, nun je chiedo scusa”
“c’ho ragione IO, nun vojo sentí raggioni”.
Ecco, tutto questo, nun lo fate
poi c’avrete i rimorsi, pecché alla fine, ce tenete a queè persone
sò amici, sò parenti, sò i vostri amori.
Sbajamo tutti regá
e quanno è vero iddio, continueremo a sbajá.
Sèmo umani, sbajamo.
Ho sbajato tante volte io, anche x corpa de
ORGOJO.
Mannatelo a fasse fa dù passi.
Parlateve, spiegateve, mannateve pure a quer paese,
ma non per corpa dell’orgojo.

Fate i bravi, sinnò nun ve parlo più

Mauro 24/05/2019